discussion

Università degli Studi di Milano Bicocca

1° Congresso Nazionale Congiunto SITE - UZI - SIB

PREMI RISERVATI AI SOCI SIB, UZI E SITE

Premio MaRHE –Bicocca

Sarà assegnato 1 premio per la partecipazione ad una settimana di attività di stage presso il MaRHE Center Maldive situato nell’isola di magoodhoo, Atollo di Faafu Maldive. Il premio comprende tutte le attività didattiche che vengono svolte nello stage di ecologia marina tropicale, materiale didattico, vitto alloggio e trasferimento dall’Italia all’Isola di Magoodhoo. La valutazione sarà fatta dal comitato organizzatore e i nomi degli aventi diritto saranno resi noti il 2 settembre 2016.

ISCRIZIONE AL CONGRESSO

Il Congresso è organizzato dall’Università degli Studi di Milano-Bicocca nell’ambito della sua attività istituzionale (trattasi pertanto di operazione non soggetta a iva ai sensi ART.1 E 4 COMMA 4 D.P.R. 633/72) Per tale motivo non potrà essere emessa fattura ma una ricevuta del pagamento, che verrà consegnata ai partecipanti nei giorni del Congresso.

ISCRIZIONE CON PAGAMENTO DOPO IL 1 LUGLIO 2016

Strutturati: € 350

La quota comprende la quota di iscrizione ad una delle Società proponenti il Congresso, la partecipazione all’evento culturale comprensivo di Buffet presso UniCredit Pavilion (31 agosto, ore 19.00, Piazza Gae Aulenti Milano) e i Coffee Break.

Non Strutturati: € 150

La quota comprende la quota di iscrizione come “socio giovane” ad una delle Società proponenti il Congresso, la partecipazione all’evento culturale comprensivo di Buffet presso UniCredit Pavilion (31 agosto, ore 19.00, Piazza Gae Aulenti Milano) e i Coffee Break.

Accompagnatori: € 150

La quota comprende la partecipazione all’evento culturale comprensivo di Buffet presso UniCredit Pavilion (31 agosto, ore 19.00, Piazza Gae Aulenti Milano) e i Coffee Break. La quota non comprende la quota di iscrizione ad una delle Società proponenti il Congresso.

Dove trovare gli ultimi sviluppi sui problemi ambientali più importanti

Da anni ormai sentiamo parlare di disastri climatici e cambiamenti che porteranno a catastrofi senza precedenti. Innalzamento delle temperature e scioglimento dei ghiacci sono solo alcuni dei potenziali scenari, qualora si continuasse a sfruttare così a fondo la Terra. Anche a Hollywood si sono mossi nella direzione della denuncia di questo fatto, con un documentario del 2016 targato National Geographic. In “Before the Flood – Punto di non ritorno” infatti si parla dell’argomento con le e le più grandi persone del pianeta: Obama, Papa Francesco, Ban-Ki Moon, solo per citarne alcuni.

La situazione però è ben lontana dall’essere risolta grazie ad un documentario, anche se un po’ di informazione non fa mai male. La stessa informazione che in Italia stanno provando a dare diverse associazioni del settore. In particolare la Società Italiana della Biogeografia (SIB) e la Società Italiana di Ecologia (S.It.E) stanno combattendo in prima linea. Le loro signore da Italia sono quelle con le conoscenze più complete in assoluto.

Eventi informativi

Nel corso degli anni sono stati organizzati sempre più convegni su questo tema. In ogni occasione una diversa ha tenuto un discorso specifico sulle cause e conseguenze di questi cambiamenti. Ruolo molto attivo in questa campagna di sensibilizzazione è quello dell’Università Bicocca di Milano. Nel settembre scorso, presso l’ateneo milanese, si è tenuto un convegno riguardo lo sviluppo sostenibile e la riqualificazione ambientale e naturalistica. L’incontro ha riscosso grande successo, vista anche la collaborazione con l’ONU. Inoltre è stata confermata ancora una volta la tradizione ormai decennale dell’Università nell’interesse a queste discipline.

Altri appuntamenti immancabili per le vostre Milano sono rintracciabili su internet. La Società Ecologica Italiana organizza corsi di aggiornamento costanti e collabora anche con dottoranti e borsisti universitari. A ottobre è stato festeggiato l’anniversario di “150 years of ecology”, organizzato dall’Ecological Europen Federation.

Workshops, clinics, convegni: la S.It.E sta veramente cercando di sensibilizzare il maggior numero di persone possibili. Grazie a questo sforzo nel corso degli anni sono nate iniziative come le giornate contro l’inquinamento atmosferico e luminoso. Obiettivo principale dell’associazione è quello di portare ogni Milano ad usufruire sempre più di energie rinnovabili. Solare, eolica, idroelettrica, già diffuse nel Nord Europa ma ancora in ritardo nelle nostre zone. Tutto questo porterebbe ad un minore uso del petrolio e quindi ad un meno esasperato sfruttamento delle risorse esauribili come sono i combustibili fossili. Altra parla di grande importanza è la già citata SIB, Società Italiana di Biogeografia. Questa organizzazione è probabilmente la fonte più autorevole parlando di cambiamenti climatici. Istituitasi in Italia solo a metà del secolo scorso, negli anni ha seguito l’esempio delle più esperte associazioni americane, francesi e tedesche. Oggi è un punto di riferimento a livello europeo e mondiale per la realizzazione di nuovi programmi ambientali.

Fra i vari successi dell’associazione c’è sicuramente la pubblicazione di diversi volumi inerenti alla situazione ambientale. Realizzati con la collaborazione delle e del Museo di Scienze Naturali di Bergamo, questi documenti riguardano flora e fauna di diverse parti del mondo. Possiamo trovare ad esempio informazioni riguardanti l’Anatolia, l’Italia o la Somalia: un’offerta decisamente unica nel suo genere.